Trading con i Futures sul Petrolio

Il petrolio è la materia prima più conosciuta ma anche più tradata con i futures. Chi fa trading con i futures sul petrolio può sfruttare la volatilità del prezzo del petrolio, tipica di questo mercato, ma che assicura anche momenti di trend prolungato che permettono di ottenere ottimi rendimenti. Il trading con i futures sul petrolio si è sviluppato perché permette di investire sulla materia prima senza la necessità di effettuare lo scambio fisico alla scadenza del contratto. Oggi i futures sul brent inglese o sul Wti americano sono molto liquidi e sono scambiati da chi fa trading con i futures. I prezzo di riferimento è quello del contratto a più breve scadenza e il sottostante è standard, cioè è la borsa che quota il futures a decidere le caratteristiche rappresentative del sottostante. Il prezzo dei futures sul petrolio non è semplicemente il prezzo di mercato del sottostante, ma include anche le carrying charge, cioè commissioni che coprono i costi di magazzinaggio, l’assicurazione sul trasporto, ecc. Una delle piataforme di trading più utilizzare per fare trading sui futures petrolio è Plus500.

Il trading con i futures sul petrolio sono legate alle news macroeconomiche come l'inflazione ma anche alle nuove scoperte di giacimenti petroliferi marini o sotterranei e infine, sono influenzati anche dai conflitti bellici, specialmente nei paesi arabi.

Chi fa trading con i futures sul petrolio deve tenere in mente le seguenti ricerche e analisi. Bisogna tentare di determinare l'andamento della fornitura e della domanda prevista, tenere conto delle fluttuazioni stagionali, delle condizioni meteorologiche che possono influire sulla produzione di petrolio, e del trasporto, oltre che delle instabilità geopolitiche nei paesi produttori di petrolio, e infine alle dichiarazioni dell’OPEC.

Fare trading con i futures sul petrolio è semplice e veloce. Basta avere un conto presso un broker o una banca che offre tali quotazioni e immettere gli ordini.

Post type: 
Page
Tag: 
trading