Oro: la disperata difesa del supporto potrebbe riuscire

L'Oro tenta una disperata difesa di due supporti ravvicinati quali 1196$ e 1205$ creando i presupposti tecnici per un rimbalzo da cui trarre spunti operativi per nuove posizioni di vendita con rischio contenuto.L'Oro nella seduta di oggi riprende a salire cercando disperatamente di invertire la tendenza discendente, almeno dal punto di vista tecnico, che lo caratterizza da oltre due mesi e con gli operatori che si preparano a scaricare parte dei guadagni realizzati con la discesa.Infatti se dal punto di vista fondamentale la forza del Dollaro Usa non consente di sperare in reazioni rialziste durature, gli indicatori tecnici più dinamici segnalano la possibilità a breve di un pullback verso l'alto da cui prendere spunto per nuove posizioni.L'analisi grafica in tal senso conferma la formazione del supporto di 1205 più recente e più in basso il livello di 1195$, registrato l'ultima volta a marzo 2017 e che in base all'attuale velocità di caduta, dovrebbe essere raggiunto entro due settimane, sempre se il movimento di recupero fosse respinto da 1218$.L'analisi delle configurazioni di prezzo candlestick segnala la formazione di un piercing pattern da confermare con una chiusura sopra 1215$, dalla valenza positiva ma che non garantisce ancora una successiva fase di recupero verso almeno i 1227$.L'analisi dell'indicatore di trend CCI presenta una pendenza crescente, sebbene i valori non abbiano raggiunto un valore superiore a 50, prospettando la possibilità di un rimbalzo di breve durata e con obiettivi di 1218 e 1232 in seguito.Strategia operativaPer le posizioni long: attendere la verifica del livello di 1205$ da cui far partire, una volta consolidato, ordini al rialzo con obiettivi prima 1218$ e 1234$ in seguito.Per le posizioni short: collocare ordini pendenti a ridosso di 1223 e 1234 con stop loss unico di 1238 e target 1208$.Grafico Gold/Dollaro di TradingView