Juventus: effetto Cristiano Ronaldo

Raramente pubblico analisi dei singoli titoli, ancor meno se non fanno parte del Ftse Mib. Tuttavia, merita un'eccezione quanto sta succedendo alla Juventus, alla luce del sempre più probabile arrivo di Cristiano Ronaldo.Raramente pubblico analisi dei singoli titoli, ancor meno se non fanno parte del Ftse Mib. Tuttavia, merita un'eccezione quanto sta succedendo alla Juventus, alla luce del sempre più probabile arrivo di Cristiano Ronaldo.Non mi soffermerò sulla bontà dell'eventuale operazione, fermo restando che l'unico modo per poter avvicinare ulteriormente il fatturato a quello di realtà dei primi club al mondo (Real, Barcellona e pochi altri) è fare operazioni di questo genere, sportive ma anche commerciali.In merito alla sostenibilità dell'operazione, la società negli ultimi anni ha dato prova di non fare mai passi oltre la gamba, per cui c'è motivo di credere abbia fatto bene i propri conti.Il rialzo settimanale del 32,9% ha permesso ai prezzi di rompere chiaramente la trendline di massimi decrescenti avviatasi oltre un anno fa (linea rossa).Volumi spaventosi, pressoché dieci volte tanto una normale settimana.L'allungo ha riportato i prezzi in linea al massimo di Gennaio (0,8835), che costituisce una resistenza statica.Sarebbe sbagliato, sulla base della presenza di ipercomprato settimanale e giornaliero scartare a priori l'ipotesi di ulteriori allunghi, ma sarebbe altrettanto errato non tenerne conto.L'acquisto sull'euforia (strategia 'buy'), per quanto potrebbe anche rivelarsi profittevole, a mio avviso presenta rischi eccessivi.Pertanto, la lettura d'insieme dei vari elementi esposti ben si sposa con una strategia buy on dips (acquisto sulle correzioni), anche col pericolo che il treno prosegua la propria corsa.